Tortelloni con radicchio rosso e fonduta di asiago

Tortelloni con radicchio rosso e fonduta di asiago un primo piatto delizioso e pieno di gusto. Una ricetta molto semplice.

Un primo piatto particolare ma molto semplice e veloce da realizzare, ideale da preparare se avete ospiti a pranzo e vi assicuro che li stupirete.

Per questo primo ho utilizzato la pasta fresca all’uovo ovvero i tortelloni ripieni al formaggio DOP e speck dell’ azienda Armando De Angelis  ottima e gustosa.

Ora vediamo insieme come preparare i tortelloni con radicchio rosso e fonduta di asiago

INGREDIENTI:

250 g di pasta fresca Armando De Angelis

100 g di radicchio rosso

100 g di formaggio asiago

2 cucchiai di panna da cucina

1/2 bicchiere di vino bianco

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1/2 cipolla

sale q.b.

PROCEDIMENTO:

In una padella far rosolare in due cucchiai di olio extravergine di oliva mezza cipolla tagliata a fettine, poi unire il radicchio tagliato precedentemente a striscioline e farlo rosolare per cinque minuti, salare.

Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciar cuocere per un paio di minuti.

Ora aggiungere due cucchiai di panna da cucina e farla bollire per un paio di minuti,  unire l’asiago a pezzi e mescolare facendolo sciogliere fino ad ottenere una salsa.

In una pentola cuocere in abbondante acqua salata i tortelloni per il tempo indicato sulla confezione, nel mio caso 3 minuti. Scolare e versarli nella padella.

Mescolare per far amalgamare bene il tutto.

I tortelloni al formaggio asiago DOP e speck con radicchio rosso e fonduta di asiago sono pronti per essere gustati. Buon appetito a tutti!

 

Ricette consigliate : Spaghetti con salsiccia piccante , Cotolette di patate e tonno ,Omelette ripiene di prosciutto cotto

Vi aspetto con tante altre ricette sulla mia pagina facebook => Ricettiamo tra amiche

A presto con nuove ricette da Raffy e Mary

 

 

 

Precedente Torta soffice al mandarino Successivo Tartufini al tiramisù

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.